LA STORIA

La parola “bomboniera“, ha origini francesi. Arriva infatti dalla parola francese “bombonnière“, derivato di “bon bon“. La bomboniera è oggetto di dono, con il quale i transalpini indicavano, nel XVIII secolo, una scatola realizzata in madre perla o avorio contenente leccornie e golosità, dette appunto “bon bon”, da regalare agli sposi dopo l’evento nuziale. I bon bon erano delle mandorle ricoperte di miele (gli antichi confetti). Per cui dalla sua origine fino ai tempi attuali, la bomboniera è strettamente legata all’utilizzo del confetto. Nel tempo l’uso delle bomboniere si è esteso. Infatti esse, non vengono utilizzate solo per il matrimonio ma anche per altre ricorrenze religiose: battesimo, prima comunione, cresima; anniversari come i 25 e i 50 anni di matrimonio e per altri festeggiamenti come ad esempio il conseguimento del diploma, della laurea o anche per compleanni e promesse di matrimonio. Le bomboniere sono in genere confezionate con sacchetti, tulle o nastri, contenenti confetti in quantità dispari: per tradizione dovrebbero essere cinque o più in base alle usanze del luogo. Le cinque mandorle significano: salute, ricchezza, felicità, fertilità, longevità.

La parola “confetto” deriva invece, dal latino “confectum“, ovvero il participio passato di conficere, che significa preparato, confezionato. Nel Medioevo questo termine era usato per indicare delle confetture o della frutta secca ricoperta di miele. Con l’avanzare del tempo e la nascita delle scoperte, il miele venne sostituito dallo zucchero. I confetti come li conosciamo noi oggigiorno, infatti, sono ricoperti da un sottile strato di zucchero. Secondo una tradizione diffusa, il significato dei cinque confetti è il seguente: le mandorle hanno un sapore agrodolce, che rappresenta la vita; la copertura di zucchero è aggiunta nell’auspicio di una vita più dolce che amara. Anche per quanto riguarda il numero di confetti da donare nulla è lasciato al caso. Il galateo prevede che i confetti siano distribuiti ai vari ospiti sempre in numero dispari per rappresentare il concetto di indivisibilità dell’unione. Ogni numero ha un suo significato: 1 confetto simboleggia l’unicità dell’evento. 3 confetti simboleggiano la coppia e il figlio. 5 confetti simboleggiano fertilità, lunga vita, salute, ricchezza e felicità.

I COLORI DEI CONFETTI